top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreTiziana

Torta di pane e mele

A casa mia il pane non si è mai buttato quando avanzava.

E' un ingrediente troppo versatile ed utile per non essere riutilizzato.

Fino a poco tempo fa lo riusavo solo in ricette salate, ma poi ho scoperto una torta a base di pane raffermo che mi ha fatto decisamente cambiare idea.


Un dolce "povero" ma dal gusto ricco e pieno, con una consistenza compatta ed umida grazie al pane ammorbidito nel latte, alle mele e all'uva sultanina.

Profumato con cannella, rum e limone per soddisfare tutti i sensi.


Come se non bastasse, resiste anche bene al tempo: conservata sotto ad una campana di vetro, questa torta resta come appena sfornata per giorni.


Per scoprire tanti altri modo per utilizzare il pane raffermo, leggi dopo la ricetta, la sezione "Io faccio così".


Potrebbero interessarti anche

Torta di pane raffermo, mele e frutta secca

Ingredienti (per uno stampo da 18 cm)

250 g di pane raffermo (meglio se di grano duro)

80 g di zucchero di canna + una manciata per la superficie

450 g di latte

300 g di mele (peso già pulite)

80 g di uvetta sultanina

35 g pinoli

20 ml di rum

2 uova

2 g di cannella in polvere

buccia di limone non trattato

Un pizzico di sale


Procedimento

1- Far ammorbidire il pane raffermo nel latte per almeno 3 ore.

Trascorso questo tempo, strizzarlo bene con le mani e metterlo in una ciotola.


2- Reidratare l'uvetta in acqua tiepida per circa 15 minuti, quindi sciacquarla e scolarla.


3- Sbucciare e tagliare le mele a tocchetti o a fette sottili.


4- Sbattere le uova con le polveri: lo zucchero, il sale, la cannella.


5- Unire il pane precedentemente sgocciolato, l'uva sultanina, i pinoli e le mele.


6- Mescolare con un cucchiaio tutti gli ingredienti, aggiungendo anche la buccia di mezzo limone grattugiata e il rhum.


7- Foderare una tortiera apribile del diametro di 18 cm con carta forno e versarvi il composto.


8- Cospargere con una manciata di zucchero di canna la superficie del dolce


9- Cuocere in forno già caldo, in modalità statica a 180° per 50 minuti, quindi alzare la temperatura a 200° per altri 10 minuti per far formare la crosticina.


Io faccio così
  • Altri modo in cui riutilizzo di pane raffermo? Preparo polpette, pane pizza, lo tosto per dei crostini o delle bruschette oppure lo trito per ottenere del pangrattato homemade. Mi credete se vi dico che è buonissimo anche semplicemente inzuppato nel latte e caffè? Una colazione di altri tempi, semplicissima e genuina!

  • Se non ho solo mele, utilizzo anche le pere.

  • Questo dolce si può trasformare in un'ottima torta chi è intollerante glutine. Non prevede aggiunta di farina, quindi basta utilizzare del pane senza glutine.


98 visualizzazioni
bottom of page