top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreTiziana

Lemon curd

E' semplicissima e si prepara in meno di 10 minuti, senza necessità di bagnomaria.

Questa crema inglese a base di limoni ha un sapore deciso e freschissimo, ideale con una buona pasta frolla o da gustare semplicemente al cucchiaio (semmai in coppe con aggiunta di panna montata).


Una consistenza liscia, ma vagamente simile anche ad una confettura, che gli anglosassoni chiamano anche "lemon cheese" e gustano come dessert o in accompagnamento ai classici scones durante il tradizionale tè pomeridiano.


Come tutte le cose semplici, con qualche accorgimento in più, può diventare spettacolare.


Io ho provato a farla più di una volta e per me sono stati fondamentali due consigli che vi lascio in fondo alla ricetta nella sezione "Io faccio così".


Potrebbe interessarti anche:

Vasetto ripieno di lemon curd, crema al limone

Ingredienti:

2 limoni non trattati (120 g. di succo)

2 uova intere

60 g di burro

185 g di zucchero semolato

1 bacca di vaniglia


Procedimento:

Pulire i limoni molto bene sotto l'acqua corrente.


Grattugiare la buccia dei limoni facendo attenzione a grattare solo la superficie e non la parte bianca che è amara.


Spremere i limoni.


Incidere la bacca di vaniglia ed estrarne i semi.


Sbattere le uova molto bene in una ciotola.


Sul fuoco: in un pentolino dai bordi alti e dal fondo spesso versare la buccia grattugiata e il succo dei limoni. Unire lo zucchero semolato, i semi della bacca di vaniglia, il burro tagliato a tocchetti e mettere sul fuoco, a fiamma bassa. Mescolare finchè zucchero e burro non saranno sciolti.


Aggiungere le uova sbattute nel pentolino e alzare la fiamma.

Portare a bollore mescolando di continuo.

Quando il composto inizierà a bollire, lasciare sul fuoco per 2-3 minuti, continuando a mescolare. Spegnere il fuoco e fare raffreddare.

La lemon curd si addenserà meglio in fase di raffreddamento, è normale che non abbia da subito la consistenza di una crema. Non proseguire la cottura oltre i 2-3 minuti da quando bollirà leggermente altrimenti si rischia di cuocerla troppo e di bruciarla o di farla impazzire.


Dividere in coppe o usare come farcitura di biscotti o torte e crostate.


Io faccio così:
  • Praticamente tutte le ricette inglesi insistono sul passaggio di sbattere le uova molto bene prima di aggiungerle agli altri ingredienti. In questo modo, pare, non si formeranno grumi e non ci sarà un retrogusto di "frittata". Onestamente non ho provato a fare diversamente dato che tutti mettevano in guardia su questo passaggio; mi sono fidata e l'ho fatto. E il risultato è stato molto soddisfacente: nessun retrogusto di uovo fastidioso e una crema bella liscia.

  • A differenza delle nostre creme, la lemon curd originale non prevede addensanti come farina o maizena quindi il momento della cottura è particolarmente importante. Bisogna toglierla dal fuoco quando la crema avrà raggiunto una consistenza tale da velare appena un cucchiaio. La lemon curd continuerà a cuocersi e ad addensarsi fuori dal fuoco (meglio se si aiuta il processo di raffreddamento mescolando) quindi è indispensabile che appena inizi a bollire rimanga solo pochi minuti sul fuoco.


88 visualizzazioni
bottom of page