top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreTiziana

Impasto pizza fatta in casa

Un impasto per la pizza come la vera tradizione napoletana richiede, solo con acqua, farina, lievito e sale.🍕🍕


La ricetta proviene direttamente dai maestri pizzaioli napoletani che un mio amico ha avuto la fortuna di ascoltare durante un corso e ha scelto di condividere con me i loro segreti.😍


A casa mia la pizza è sinonimo di compagnia, di cena tra amici, di momenti di festa, di gioia del weekend.🤩 🥳

Per questo vi lascio le dosi per un chilo di impasto, ma anche perchè, in caso dovesse avanzare, la pizza si mangia ovviamente anche il giorno dopo!🍕😊

Inoltre è un impasto versatile, adatto a preparare pizze al forno, pizze fritte, calzoni, pizzette da aperitivo; insomma, c'è solo da sbizzarrirsi e quindi è davvero difficile che l'impasto risulti troppo!🍻


Se però non siete fanatici come me che mangerei pizza anche tutti i giorni, potete dimezzare le dosi e gustare la vostra pizza quando preferite!

Qualora poi apparteneste alla fazione "hamburger's fan" piuttosto che a quella degli amanti della pizza, vi suggerisco di provare questi panini per hamburger! Sarà un altro mondo poi gustarlo!

Ingredienti:

1 kg di farina 00

600 g di acqua a temperatura ambiente

20 g di lievito di birra

35 g di sale fino


Procedimento:

Sciogliere il lievito in un po' di acqua tiepida.

In una ciotola capiente mescolare la farina e il sale quindi aggiungervi il lievito sciolto in acqua. Mescolare con le mani e, poco alla volta, unire la restante parte di acqua. Continuare a lavorare l'impasto per almeno 10 minuti, o almeno finchè tutti gli ingredienti non risulteranno ben amalgamati.

Trasferire tutto su un piano di lavoro e impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo e liscio, che si stacchi dalle mani, quindi fare un giro di pieghe.

Infarinare leggermente il fondo di una ciotola e disporvi l'impasto coprendolo con un canovaccio.

Lasciare lievitare il panetto al riparo da correnti d'aria. L'ideale è riporlo in forno con la luce accesa.


I tempi di lievitazione variano, ma tendenzialmente bisogna aspettare almeno due ore perchè l'impasto raddoppi il suo volume.

Una volta lievitato, trasferire l'impasto sul piano di lavoro e suddividerlo in più parti a seconda di quante pizze si vogliono fare.

Versare un po' di farina e poi stendere i singoli panetti appiattendoli con le dita e dando la forma che serve.


Condire a piacere e cuocere in forno preriscaldato a 190°-200° per 15-20 minuti circa.

E' consigliabile far cuocere la pizza i primi 10 minuti sul ripiano più basso del forno e i restanti minuti su quello centrale.


Io faccio così:
  • Ogni farina assorbe l'acqua diversamente quindi mi regolo di volta in volta e aggiungo l'acqua un po' alla volta per essere sicura che l'impasto non risulti né troppo appiccicoso (troppa acqua), né troppo duro e compatto (troppa farina).

  • Un passaggio che si fa spesso, prima che l'impasto lieviti, è quello delle cosiddette "pieghe". Allargo un po' il panetto dandogli una forma rettangolare e procedo ripiegando l'impasto su se stesso partendo dalle estremità.

  • Per quanto riguarda la lievitazione, si può andare da un minimo di due ore fino a 7/8 ore oppure si può lasciare l'impasto anche tutta la notte in frigorifero avendo cura di ridurre la quantità di lievito così da rallentare il processo di lievitazione.


767 visualizzazioni
bottom of page