top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreTiziana

Vellutata di porri e patate

Fuori fa freddo, piove e la voglia di uscire da casa è pari a zero?


In queste condizioni è facile ritrovarsi spesso ad improvvisare cene e pranzi con piatti pronti!

Preparate invece questa vellutata di patate e porri, che con il suo gusto avvolgente saprà riscaldarvi un po' anche il cuore.💓


La ricetta di questa vellutata mi è stata gentilmente concessa da uno chef in Alto Adige perchè mi è piaciuta talmente tanto che ho chiesto direttamente a lui dosi, passaggi e segreti.

La ricetta originale prevede ingredienti "coccolosi" come la panna e il burro e se è una giornata NO vi sarà di grande aiuto.


Se invece non volete concedervi troppe calorie leggete nella mia sezione "io faccio così" come renderla più light!😇

Ingredienti:

600 g di porri

400 g di patate

30 g di burro

3 bicchieri di latte fresco

1 dl di panna da cucina

Brodo

Sale e pepe

Erba cipollina


Procedimento:

Preparare il brodo vegetale facendo cuocere 1 gambo di sedano, 1 cipolla 2 carote, 1 patata, 3 cucchiai di passata di pomodoro in un litro e mezzo di acqua salata.


Pulire i porri e affettarli sottilmente a rondelle. Farli appassire a fuoco basso per qualche minuto in un tegame con il burro.


Sbucciare le patate, tagliarle a tocchetti e unirle ai porri. Far insaporire le patate e i porri per qualche minuto.

Versare quindi nella pentola i tre bicchieri di latte, un litro di brodo e cuocere a fuoco medio per circa 50 minuti.


Frullare tutto e rimettere sul fuoco, unire la panna, salare e pepare.

Far cuocere per altri 5/10 minuti.


Servire la crema con qualche crostino di pane fritto nel burro e decorare ogni piatto con erba cipollina.


Io faccio così:
  • La ricetta originale prevede l'uso della panna e che i crostini vengano fritti nel burro, ma per rendere questo piatto più leggero spesso evito di aggiungere la panna e preparo i crostini in padella con un filo d'olio e rosmarino. Il risultato è sorprendentemente buono!

  • Se avanza, porziono la zuppa in delle vaschette e la congelo. Si è rivelata essere più volte un salvacena valido quando si torna a casa in inverno e si ha voglia di un piatto caldo, ma poco tempo.

380 visualizzazioni0 commenti

Commentaires


bottom of page