top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreTiziana

Torrone dei morti

Avete mai passeggiato per Napoli tra fine ottobre e inizio novembre?

Se sì, certamente avrete visto lui, il "torrone dei morti".


Non un torrone qualunque, duro e tostato, ma morbido e pieno di cioccolato e nocciole.


Un torrone molto particolare, che si chiama "dei morti" proprio perchè la sua forma ricorda quella di una piccola bara.

Non fermatevi però al nome, perchè dopo il primo morso vi assicuro che dimenticherete questo particolare un po' macabro.😅

Molti lo preparano con cioccolato bianco e nutella, ma io dopo aver provato questa versione non sono più tornata indietro. Trovo che sia l'equilibrio di gusto perfetto.

Le nocciole poi a me piacciono intere, così da sentire ancora di più il loro sapore, ma se voi preferite, potete anche tritarle grossolanamente con un coltello.


Scoprite come si fa; è di una semplicità imbarazzante, ma ha un gusto che vi ricorderete fino all'anno prossimo!😁

Ricetta torrone dei morti, con cioccolato e nocciole

Ingredienti:

150 g di cioccolato fondente

200 g di cioccolato al latte

100 g di cioccolato bianco

300 g di nocciole intere

150 g di crema nocciolata bianca

150 g di crema di nocciole nera


Procedimento:

1- Fondere il cioccolato fondente a bagnomaria dopo averlo tritato grossolanamente al coltello.


2- Rivestire uno stampo da plumcake con il cioccolato fondente fuso in maniera omogenea, coprendo ogni angolo (eventualmente aiutandosi con un pennello). Porlo in frigorifero per circa un'ora a farlo indurire.


3- Preparare il ripieno: sciogliere a bagnomaria il cioccolato a latte e quello bianco. Unirli in una ciotola e aggiungere anche le creme di nocciole. Amalgamare il tutto e unire le nocciole intere, quindi mescolare per ricoprire totalmente le nocciole con il cioccolato fuso.


4- Riempire lo stampo da plumcake con il ripieno realizzato e intiepidito. Livellarlo con l'aiuto di una spatola.


5- Far raffreddare il tutto nuovamente in frigorifero per 4 ore.


6- Estrarre il torrone dallo stampo aiutandosi con una spatola rigida o con un coltello. Tagliare a fette e servire.


Io faccio così

Per fare in modo che il torrone non si sfaldi quando devo tagliarlo lo tiro fuori dal frigo circa 15 minuti prima.

Tagliarlo freddo e duro renderà difficile affondare il coltello e non permetterà di avere fette belle dritte.

Questo è lo stesso escamotage che sfrutto quando devo estrarlo dallo stampo. Prima di staccarlo dalle pareti e di capovolgerlo lo tengo qualche minuto a temperatura ambiente.


105 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page