top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreTiziana

Ciambella bicolore zucca e cacao

Una ciambella sofficissima, che ricorda la classica torta bicolore panna e cacao (qui trovi la mia versione senza olio nè burro) ma con una morbidezza pazzesca.

Facendo diversi impasti e dolci con la purea di zucca ho imparato che regala una consistenza soffice per giorni e arricchisce ogni ricetta con un sapore più particolare.


Io amo preparare questo dolce dal gusto avvolgente appena inizia la stagione autunnale e si ha più piacere anche ad accendere il forno.

Scopri come fare la ciambella zucca e cacao anche tu; è una ricetta semplicissima ma che sa di casa e che ti svolterà la colazione e la merenda nei mesi autunnali.


Potrebbe interessarti anche:

Torta ciambella bicolore zucca e cacao senza burro

Ingredienti (per uno stampo

280 g purea di zucca (scopri come farla leggendo qui)

240 g di farina 00

60 g di fecola di patate

220 g di zucchero semolato

75 g di olio di semi

2 uova medie

20 g di cacao amaro in polvere

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

16 g di lievito per dolci (1 bustina)

50 g di gocce di cioccolato fondente

1 pizzico di sale


Procedimento:

1- Montare uova e zucchero per almeno 10 minuti. Si dovrà ottenere un composto chiaro, gonfio e spumoso.


2- Aggiungere l'olio di semi, la purea di zucca e l'estratto di vaniglia.


3- Unire e setacciare le polveri: in una ciotola a parte setacciare insieme la farina, la fecola, il lievito e il pizzico di sale.

Aggiungere questi ingredienti al composto.


4- Versare metà del composto in uno stampo per dolci ben imburrato e infarinato.


5- Aggiungere all'altra metà del composto il cacao amaro setacciato e le gocce di cioccolato. Mescolare bene per amalgamare tutti gli ingredienti.


6- Versare l'impasto al cioccolato su quello bianco già in teglia


7- Cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 45/50 minuti. Fare sempre la prova stecchino.


Io faccio così:

Quando la ciambella avanza, la taglio a fette e la congelo separando ogni fetta con dei quadrati di carta forno, così da poterla mangiare anche dopo giorni. Quando ne ho nuovamente voglia, la metto in microonde ancora congelata oppure la tiro fuori qualche ora prima e la lascio a temperatura ambiente.

59 visualizzazioni
bottom of page